MEET DEBORAH PARCESEPE: @IAMWATERY E IL “WEIGHTLESS” APPROACH TO BEAUTY

Naufragando tra i profili skincare più cool di instagram mi sono imbattuta in quello di Deborah, che si basa su tre punti cardine del suo lavoro: honesty, inspiration e power. Deborah è una modella, content creator, social media manager, fotografa e skincare addicted. Ha dato vita nel 2018 al suo progetto IAMWATERY, dove condivide la sua visione beauty attraverso occhi “WATERY” : trasparenti, naturali, leggeri come l’acqua (weightless, appunto). Ho intervistato Deborah, e le ho chiesto di scattare delle foto inedite per leitalienne.com, e questo è ciò che vi racconto oggi… 

Come hai iniziato a lavorare ai tuoi progetti e come sei arrivata a dare vita a @IAMWATERY?

Credo che per rispondere bene a questa domanda bisogna attingere a una delle mie più grandi convinzioni, ovvero che i momenti di crisi possono tradursi in un’occasione creativa incredibile! Per me è stato così dal momento che ho iniziato ad interessarmi di skincare e INCI in un periodo molto difficile: soffrivo di acne ormonale. Ne ho sofferto da adolescente, in forma molto grave e dopo una cura anticoncezionale, quando finalmente pensavo di essermene liberata per sempre, ho avuto una sorta di “ricaduta” in età adulta. Questo mi ha sconfortato molto, anche nei confronti del mio precedente lavoro come modella. Ma in generale, credo sia un problema che chi non prova fa fatica a capire. E’ difficile capire da fuori quanto sia debilitante e quanto condizioni la tua vita in moltissime cose [parlo di situazioni gravi ovviamente e non del brufoletto pre-ciclo]. Da lì ho cercato di riemergere parlando del mio problema e di cosa ho fatto per uscirne, unito alla mia passione per la fotografia e la direzione artistica.

Come nascono gli editoriali WATERY, che ti vedono protagonista e art director?

Per quanto riguarda WATERY per ora ne ho realizzati due, il secondo è proprio questo in esclusiva con Andrea Maino, fotografo e compagno nella vita! Nascono semplicemente da molta ricerca, in diversi settori che includono anche arte e design. E’ un approccio che ho sempre avuto per costruire moodboards e trovare le giuste references per un lavoro o un cliente nella moda e nella cosmetica. Non mi pongo molti limiti a riguardo: credo che quando parliamo di estetica in generale, questa possa essere esemplificata in moltissimi modi, anche i più “disturbanti” forse! Il primo progetto con Guen Fiore, una fotografa che ammiro molto, è stato un passo sicuramente più istintivo e naturale, ha rappresentato molto bene l’idea embrionale di WATERY che però vorrei non si limitasse solo a quel concetto di bellezza.

_AND2474

Ti sei ispirata a qualche pagina pre-esistente, o l’approccio “watery” è una tua invenzione? Che cosa, secondo te, rende WATERY un progetto innovativo?

Il nome WATERY sicuramente rispecchia un immaginario di bellezza limpida, pura. Vorrei che questo fosse un filo conduttore , infatti nei miei scatti cerco molta pulizia, adoro il bianco ma anche i colori neon e sabbia, quindi amo i contrasti ma il risultato deve essere sempre in qualche modo luminoso e pulito. Unisco elementi di design e un punto di vista forse più rivolto alla moda rispetto ad altri account di beauty
instagrammers che scattano solo foto di prodotti, per lo più semplici e molto simili una dall’altra. Forse è questo l’approccio “innovativo” ma credo sia prematuro parlare di innovazione, WATERY nasce e cresce con me e al momento siamo ancora nella fase di Start!
_AND2444

Quali sono i tuoi prodotti must-have, se ne hai? Ci sono dei brand che ti hanno particolarmente conquistata e che ti senti di consigliarci?

Sicuramente The Ordinary è stato un marchio che mi ha aiutata molto durante i periodi più difficili e che continuo ad usare. Paula’s Choice trovo che sia un brand super valido e poi Clinique: non c’è brand di cui mi fido di più, soprattutto per l’attenzione verso le pelli sensibili e per il fatto che molti dei prodotti della linea sono fragrance-free. Di questi tre brands segnalerei: The Ordinary Niaciminade 10%+ Zinc 2% : incredibile per tenere sotto controllo il sebo in eccesso e schiarire la texture della pelle da macchie e spots, Paula’s Choice CALM Mineral Moisturizer Broad Spectrum SPF 30, un protettore solare che non appesantisce ed è ricco di antiossidanti, Clinique Take The Day Off un balsamo viso che scioglie il trucco anche waterproof e che allo stesso tempo è super delicato.

Ora passiamo alle cose succose. Noi (e penso di parlare a nome di tutt*) vogliamo scoprire qualche trucchetto WATERY. Qualche segreto beauty che hai scoperto e della quale non puoi fare a meno, quel piccolo accorgimento che ha stravolto la tua skincare routine, il rituale che sfoderi nelle occasioni speciali.

Forse deluderò qualche lettrice ma non ho particolari trucchetti. Creme e sieri non sono pozioni magiche, e raramente riescono da sole ad assicurare miracoli nella nostra beauty routine. Ovvio che un uso quotidiano contribuisce a migliorare la nostra pelle, ma non aspettiamoci grandi rivoluzioni! Se devo parlare dei punti cardine della mia routine, parlerei di:

WATER(Y): bere molta acqua può cambiare drasticamente la luminosità e l’elasticità della pelle e cerco sempre di berne molta [è stata anche la fonte di ispirazione per il nome della pagina instagram] .

EQUILIBRIO: se conosci la tua pelle e ne studi gli alti e bassi sei già a metà del lavoro, dopodiché tutto sta nel trovare giornalmente il giusto equilibrio tra pulizia, esfoliazione e idratazione.

ANTIOSSIDANTI. credo sia significativo usarli come antiage ma anche in caso di brufoletti: combatte infatti lo stress ossidativo e evita che il sebo in eccesso si ossidi sulla superficie della pelle generando le imperfezioni.

Sei solo agli inizi, ma io credo nel tuo progetto e sono certa che arriverai molto avanti. Dai tre buone ragioni alle persone per cui seguire @iamwatery su instagram.

Ti ringrazio! Le tre ragioni, o quello che vorrei si leggesse attraverso il mio profilo potrebbe essere: Honesty, testo su di me tutto quello che ricevo e che compro, per questo motivo sono forse “lenta” nel pubblicare le recensioni. Scatto e posto in grid solo quello che realmente mi conquista. Inspiration: cerco di realizzare immagini professionali che coinvolgano più settori e che siano belle da vedere e condividere. Vorrei che WATERY un giorno si trasformasse in un Magazine, un punto di riferimento estetico che non riguardi solo cosmesi e skincare. Power: credo nel potenziale di noi donne, quando trasformiamo la nostra sensibilità in qualcosa di costruttivo. Cerco sempre di trasmettere, anche visivamente, la sensazione che, se vogliamo, possiamo ottenere tutto quello che desideriamo. Imparare continuamente, fare proprio ogni insegnamento, lavorare duro per sublimarlo in qualcosa di magico! E ovviamente supportare altre donne come noi 😀

MORE HERE

@iamwatery

@iamnoootdeborah

@mooncountdown

Annunci